Blog: http://elioweb.ilcannocchiale.it

Elezioni Comites 2014 in Olanda si vota per una lista sola.

In Olanda si voterà per una lista sola.
La nostra Lista Unitaria Progressista E`riuscita raccogliere ma non ad autenticare e apostillare tutte le firme necessarie (100) quindi non e`più in gara.

Ringraziamo tutti , candidati e sostenitori per l`aiuto e il lavoro svolto.
Consigliamo ai nostri sostenitori la piena liberta.
Elio Vergna

Di fatto sin dall`inizio ho capito come sarebbero andate le cose, per questo ero e rimango critico e contrario a queste elezioni per me fatte e pensate inconsapevolmente e in fretta, con poco tempo a disposizione e nel caos, fin dall`inizio ho scritto che rimandarle sarebbe stata l’unica cosa da fare e da fare subito, senza aspettare la manna dal cielo.
Noi abbiamo sperato di farcela nonostante tutto, e alla discussione alle proteste ci avremmo pensato dopo.
Con la nostra Lista Unitaria Progressista in Olanda ci siamo impegnati abbiamo raccolto le firme necessarie ma non siamo riusciti ad autenticarle tutte e a fargli mettere l`apostille dalle autorità olandesi preposte.
Non abbiamo mai pensato di essere senza colpa e se non siamo riusciti a raccogliere 100 firme autenticate non scarichiamo le nostre carenze organizzative su nessuno, anzi in futuro verrà il momento della discussione.
La situazione in Olanda con la soppressione del Consolato Generale di Amsterdam e la conseguente apertura della Cancelleria Consolare all’Aja e le relative difficoltà dovute al trasferimento della sede consolare a fine agosto, piu`una chiusura di una settimana degli uffici al pubblico, la conseguente mancanza di informazioni on-line dovute all`aggiornamento del sito consolare, la carenza di personale della Cancelleria Consolare (8 impiegati per 35000 persone) hanno contribuito alle difficoltà della raccolta delle firme tramite l`autentica di un funzionario addetto senza extra costi (come uso di un notaio o apposizione dell’apostilla (*). Noi avevamo previsto 6 punti di raccolta siamo riusciti a averne tre utili per la nostra lista. La mancanza della possibilità dei Consoli onorari ad autenticare ci ha ulteriormente penalizzato. La fretta, la mancanza di tempo e la confusione hanno fatto il resto.
Ecco cosa sono state le motivazioni della nostra mancata riuscita.
Vedete noi siamo convinti che le cose si potevano fare per bene, bastava il giusto impegno la giusta fermezza nel pretendere dal MAE che le cose siano fatte tenendo conto delle novità e dell`esigenza di informazione che richiedeva la nuova procedura.
Certo mi dispiace per il lavoro fatto, per la fatica, per i soldi spesi, per l`impegno della nostra struttura dei nostri compagni e di chi si e`candidato, ringrazio tutti per la disponibilità la collaborazione e l’aiuto dato.

Ma vedete non abbiamo mai pensato di “richiedere provvedimenti di urgenza” se mai abbiamo pensato ad un ricorso futuro.
E`stato proprio perche conosciamo la nostra situazione che pensavamo di riuscire a farcela, ma sapevamo pure che ciò sarebbe stato possibile solo con dei giusti tempi, la giusta partecipazione di tutti, e molto più tempo utile, cosa indispensabile per far capire per far comprendere le novità di queste elezioni, per far conoscere alla nostra comunità le nuove modalità di voto di queste elezioni.
Per far capire a molti l`utilità di un Comites.
Avremo dovuto pretendere che venissero comprese le difficoltà reali della nostra situazione (apertura Cancelleria consolare / Chiusura Consolato) che solo in questo paese si stavano drammaticamente mostrando .

Dopo queste elezioni si potrà parlare solo di spreco di denaro pubblico, del motivo della scarsissima rappresentatività delle liste, della insufficiente partecipazione della collettività, dell`eredità di un Comitato uscente, e di un eventuale nuovo Comitato eletto che se gestito bene potrebbe risultare estremamente utile.

Per noi ora sarà cosi, se il nuovo Comites eletto riuscirà a rendersi utile mantenendo le promesse fatte vedrà la nostra collaborazione e appoggio , ma se non vi sarà nessun cambiamento, nessun voltare pagina, se diventerà un Comites dormiente, sicuramente sapremo come intervenire .

Di fatto auguro che non sia stata persa una buona occasione per “voltare pagina”.
Ringrazio
Elio VERGNA
Lista Unitaria Progressista
(*) L’apostilla è una dichiarazione (con apposizione di un secondo timbro, a pagamento ovviamente) di un funzionario del tribunale nel nostro caso olandese che autentica la firma dell’autenticatore , per esempio un funzionario di un comune olandese addetto all’autenticazione delle firme. Viene richiesto dall’amministrazione italiana per alcuni paesi. In questo caso è stato richiesto dal MAE per l’Olanda.

Pubblicato il 7/11/2014 alle 15.7 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web